Tirivolo

La localitA? A? situata all’inizio di una serie di ampi pianori giusto sotto le vette del Monte Gariglione.
I pianori sono caratterizzati dalla presenza di grandi faggi ed abeti e da una serie di acquitrini. A colpire il visitatore A? soprattutto la sensazione di spazio, la luce tersa e l’ampiezza delle vedute.
Nei mesi primaverili i grandi prati sono punteggiati da imponenti fioriture di crachi, orchidee ed asfodeli. Le mandrie di vacche nei mesi estivi pascolano su questi pianori tosando naturalmente i prati di questo altopiano. Il Villaggio Grechi, nato negli anni trenta come stazione di sosta stagionale per i carbonai e gli operai del legname, ha da sempre caratterizzato questa localitA? della Sila. Qui sorge la chiesetta dedicata alla Madonna Assunta, nella piazzetta al centro del Villaggio, costruita in pietra locale e mattoncini alla??esterno, rivestita in legno alla??interno, progettata e voluta nel secolo scorso dal primo proprietario del villaggio, Silio Grechi.
Tirivolo rappresenta una delle zone piA? incontaminate della Sila, dove l’aria salubre e la natura incontaminata la fanno da padrona.
Qui, in localitA? Valle Lunga di Tirivolo, svettava maestoso Prometeo, uno dei patriarchi verdi della Sila, un abete della circonferenza di 10,20 mt. e un’altezza di 35 mt. incendiato da mani malvagie quando i confini del Parco vennero ridefiniti.

Commenti