Siamo regolarmente aperti

Qualcuno è convinto che il parco sia chiuso perchè è stato incendiato. Nulla di più falso. Ci teniamo a comunicare che siamo regolarmente aperti. Il parco non è rimasto chiuso neanche un giorno dal fatidico 4 maggio.

Tutte le attività sono funzionanti: i 16 percorsi acrobatici (l’unico in manutenzione è il nero che sarà riaperto entro il 7 giugno), la parete d’arrampicata, il tiro con l’arco, le mountain bike (ne abbiamo 3 al momento ma a breve ne arriveranno altre), le esperienze eco-sensoriali (il 2 e 4 giugno sono previste due uscite), le 21 aree picnic, l’area bimbi, i servizi igienici, mentre un grande gazebo sarà allestito entro la prossima settimana.
E’ andato in fumo il punto ristoro ma la Protezione Civile ha messo a nostra disposizione, in tempi record, un container che abbiamo da subito adibito a biglietteria e bar. Non abbiamo la cucina ma tutto il resto si.
In questi 9 anni abbiamo attraversato e superato centinaia di difficoltà, siamo stati costretti a lavorare anche in condizioni peggiori, ve lo assicuriamo, ma non siamo mai rimasti vittime degli eventi, semmai li abbiamo accolti e piegati al nostro volere. I danni peggiori li arrecano le false credenze, non la realtà. Noi non subiamo la realtà, la creiamo. L’incendio appartiene al passato, noi viviamo nel presente, nel qui e ora, e siamo sempre al lavoro per costruire il futuro.
Abbiamo già il nuovo progetto del punto ristoro, che a breve pubblicheremo, e stiamo valutando tempi e costi della ricostruzione. Ma il funzionamento del nostro parco non dipende dal punto ristoro. Chi sceglie di trascorrere una giornata a Orme nel Parco lo fa per entrare in relazione con la natura e l’avventura e questa relazione non può essere interrotta o impedita da nessun avvenimento esterno.
La raccolta fondi procede e chi vuole contribuire può registrarsi qui, ma il miglior modo che avete per aiutarci è il più semplice e piacevole di tutti, continuare a venire a trovarci.

Commenti