Cascata dell’Inferno

La Cascata dell’Inferno A? tra le piA? affascinanti attrattive del comprensorio di Sersale. Il suo nome deriva dalla��elevata profonditA� (circa cinque metri) della vasca naturale dove la��acqua confluisce al termine della caduta. Qui A? possibile, nei mesi piA? caldi, fare il bagno.
Due costoni di roccia a forma di s, uno a destra e la��altro a sinistra della cascata, con la loro imponenza sembrano quasi volerla proteggere e preservare, svelandola piano piano in tutto il suo splendore.
Il percorso che conduce alla cascata A? tanto scosceso quanto panoramico. Anche qui A? possibile conoscere molte specie vegetali come la��alloro selvatico, una pianta molto rara e la��acanto, una��erba perenne, tipica dei luoghi ombrosi del Mediterraneo, con grandi foglie che costituivano un motivo naturalistico adoperato dai greci per decorare i capitelli corinzi. Infine, il convolvolo, un fiore commestibile che, in questa zona, in passato veniva utilizzato per cucinare delle buonissime frittelle.

Commenti